Attualità

Accordo sui funerali. Ecco come si svolgeranno

esequie

Lo scorso 30 aprile la Conferenza Episcopale Italiana ha pubblicato una nota contenente le misure utili per il rispetto della normativa sanitaria per la celebrazione delle esequie che prevedeva tra le altre azioni la misurazione della temperatura corporea, prima dell’accesso in chiesa, attraverso un termo-scanner, misura prevista anche per le celebrazioni all’aperto.
E’ di qualche minuto fa’ un ulteriore aggiornamento che, però, va ad escludere l’ipotesi termo-scanner  ma invita chiunque presenti una temperatura corporea superiore ai 37,5°C a restare a casa e non recarsi ad alcuna celebrazione.

Il comunicato cliccando qui

 

Le parole del Presidente Card. Gualtiero Bassetti

 

Sua Eminenza Card. Gualtiero Bassetti, Presidente della CEI aveva già annunciato con un comunicato ufficiale a sua firma, che si sta lavorando con il Governo ad un condiviso protocollo di sicurezza che potrà contraddistinguere questo nuovo tempo che il Paese si appresta a vivere e per la graduale ripresa delle celebrazioni.

Trovi il comunicato qui

Quali sono le misure da adottare per i funerali?

 

Eliminata l’ipotesi termo-scanner restano comunque le altre misure per la celebrazione delle esequie e nello specifico riguardo al numero di fedeli permessi per un rito funebre, si resta sul massimo di quindici persone.
In merito all’eventuale distribuzione dell’eucaristia sarà il sacerdote ad avvicinarsi ai fedeli per la distribuzione evitando spostamenti che potrebbero creare assembramenti e il sacerdote dovrà sempre indossare la mascherina, rispettare le dovute distanze di sicurezza e igienizzare dovutamente le proprie mani prima della distribuzione, porgendo l’ostia sulle mani dei fedeli.
Le chiese dovranno essere sanificate e igienizzate regolarmente e dopo ogni celebrazione bisognerà favorire il ricambio dell’aria.
Bisogna comunque considerare l’idea di svolgere le esequie all’aperto, nelle aree cimiteriali, dove c’è minor rischio di non rispettare il distanziamento sociale, di sicurezza, richiesto.

 

Il comunicato ufficiale integrale lo trovi qui