Attualità

Giovani, ci vediamo a Lisbona! …ma nel 2023

pgmg

Il Santo Padre Francesco ha annunciato lo scorso 21 aprile che la tanto attesa Giornata Mondiale della Gioventù, prevista per giugno 2022, è stata posticipata ad agosto 2023. Tutte le testate giornalistiche e il sito del Servizio di Pastorale Giovanile ha reso noto lo spostamento dell’evento mondiale che mette al centro di tutto i giovani. Qualche settimana prima, Papa Francesco, aveva già annunciato lo spostamento della cerimonia di consegna dei simboli della JMJ  prevista come da tradizione in Vaticano la Domenica delle Palme,  rinviata al prossimo 22 novembre, solennità di Cristo Re. In attesa di ulteriori aggiornamenti dalla Santa Sede, Papa Francesco, durante l’Angelus della Domenica delle Palme, ha chiesto a tutti i giovani di “coltivare e testimoniare la speranza, la generosità, la solidarietà di cui tutti abbiamo bisogno in questo tempo difficile”

 

Il comunicato della Sala stampa vaticana

“A causa dell’attuale situazione sanitaria e delle sue conseguenze sullo spostamento e l’aggregazione di giovani e famiglie, il Santo Padre, insieme al Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, ha ritenuto di posporre di un anno il prossimo Incontro Mondiale delle Famiglie, in programma a Roma nel giugno del 2021, e la prossima Giornata Mondiale della Gioventù, in programma a Lisbona nell’agosto del 2022, rispettivamente a giugno 2022 e ad agosto 2023”. Queste le dichiarazioni di Matteo Bruni, direttore della Sala Stampa della Santa Sede.

Da Lisbona il comitato organizzativo ha preso atto e condiviso la scelta del santo padre e si è detto entusiasta di poter organizzare con più tempo e ancora con più entusiasmo l’evento che tutti i giovani attendono con trepidazione ogni tre anni.

La Gmg tornerà in Europa dopo l’ultima celebrazione nel Gennaio 2019 a Panama.

 

La storia delle GMG

Istituita alla fine del 1985, da Giovanni Paolo II la Giornata Mondiale della Gioventù comincia a celebrarsi ogni anno nelle diocesi. Il Papa indicò anche una data per la celebrazione: Domenica delle Palme. Poichè da anni erano i giovani stessi che si radunavano in quel giorno a Roma, intorno al papa.

Alla celebrazione diocesana fu presto affiancato un grande incontro mondiale, che inizialmente si tenne ogni due anni. Alla prima GMG, celebrata nelle diocesi nel 1986, seguì così la prima grande edizione internazionale, che si svolse nel 1987 a Buenos Aires in Argentina. Si sono poi susseguite la Spagna con Santiago de Compostela nel 1989, la Polonia con Czestochowa nel 1991, Denver negli Stati Uniti d’America nel 1993, le Filippine con Manila nel 1995, uno dei più grandi raduni dell’umanità. Nel 1997 la Gmg arriva a Parigi e nel 2000 torna a Roma in occasione del Giubileo, nel 2002 l’ultima di Giovanni Paolo II fu celebrata in Canada a Toronto. Nel 2005 qualche mese dopo la nascita al cielo del santo padre, il suo successore Benedetto XVI comincia il suo ciclo che lo porta in Germania a Colonia, e rispettivamente a Sidney, in Australia nel 2008 e in Spagna a Madrid nel 2011.
La prima GMG di Papa Francesco è celebrata in Brasile a Rio de Janeiro, per dare poi appuntamento a Cracovia, in Polonia, nel 2016 e la più recente dello scorso anno a Panama.

 

Leggi anche

Ama e dimentica. La prima canzone scritta da Papa Francesco compie tre anni

Preghiera per le Vocazioni di San Giovanni Paolo II