Musica

Ho bisogno di credere, Fabrizio Moro canta la fede

moro

Il singolo di Fabrizio Moro “Ho bisogno di credere”, cfa parte dell’album “Figli di nessuno” edito nel 2019.Il cantautore romano subito dopo l’uscita della canzone, ha raccontato i fan da dove nasce il singolo e l’intero album definendolo un “nuovo debutto”. Il brano si presenta come una riflessione sulla fede, sul bisogno di credere che è nato nell’animo del cantante. La canzone tocca temi come i propri limiti, gli ostacoli della vita, l’esperienza dell’amore, ma soprattutto c’è la ricerca del senso di quel viaggio che è la vita.

Il video di “Ho bisogno di credere”

Il video della canzone realizzato con la fotografia di Edoardo Bolli e la regia di Giacomo Triglia che ha curato la sceneggiatura assieme a Moro stesso è stato girato a Berlino nelle prime ore del giorno.

Il testo della canzone

Ho fede nei silenzi colti a un passo dal coraggio
quando cerco di capire il senso del mio viaggio
ho fede nelle cose che mi aspettano domani
nelle scarpe che porto, fede in queste mani

Ho fede mentre sento la mia fede che fluisce
energia imbarazzata che costruisce
uno spazio illuminante che dà scopo a questa vita
la fede come un’arma per combattere ogni sfida

Ho fede in te
e ho fede nell’amore
per descrivere la fede poi non servono parole
la fede è un conduttore fra un dubbio questo immenso
quando il resto perde il senso

A un passo da domani
a un passo ormai da te
ma cosa rende umani
se non un limite?
A un passo dalla voglia che avevamo e ora non c’è
ho bisogno di credere
ho bisogno di te

Ho fede nelle buche dove sono inciampato
nelle mie ginocchia rotte e nei giorni che ho sbagliato
perché oggi non mi spezzo e non abbasso mai lo sguardo
e se sono così forte lo devo solo al mio passato

Ho fede in te
e ho fede nel colore
nelle tue risposte acerbe
che trasmettono stupore
la fede è l’impressione
di averti sempre accanto
quando ho camminato tanto

A un passo da domani
a un passo ormai da te
ma cosa rende umani
se non un limite?
A un passo dalla forza che avevamo e ora non c’è
ho bisogno di credere
ho bisogni di te

Mi manca l’aria, l’aria sotto i piedi
da una prigione senza sbarre lasciami scappare
quello che cerco io lo so ma non lo so spiegare
allora ascolta il mio respiro
io aspetto

A un passo da domani
a un passo ormai da te
ma cosa rende umani
se non un limite?
A un passo dalla rabbia che avevamo e ora non c’è
ho bisogno di credere
ho bisogno di te
ho bisogno di credere
ho bisogno di credere

 

Leggi anche

Mandela di Margherita Vicario. Ecco il testo
Lettera da Gerusalemme. Testo del brano dei The Sun