Musica

Mandela di Margherita Vicario – Ecco il testo

mand
Il grande pubblico televisivo l’ha potuto apprezzare all’ultimo Concertone del Primo maggio, il primo senza la partecipazione del pubblico. Quando si era giunti quasi alla fine, appare Margherita Vicario, ai più nota come attrice nelle fiction televisive che, nel brano proposto, Mandela, interpreta una ragazza che torna da sola a casa di notte, è un immaginario viaggio a bordo del suo motorino con il ragazzo che le fa il pieno quando su Roma cala la sera e i benzinai si popolano di uomini che offrono il loro servizio alla stazione, in cambio di una mancia.

Il testo di Mandela

Nel brano si racconta la psicosi verso lo straniero di un’ «Italia che odia l’indiano che mette benzina». Una ragazza può non sentirsi sicura a camminare da sola di notte, ma non è lo straniero che deve temere, anzi il ragazzo che fa il pieno a Margherita è dolce con lei e, tra un complimento e l’altro, la porta metaforicamente in viaggio tra zucchero, cannella e città di tutto il mondo. L’ironia del pezzo tocca il suo massimo nell’ultima strofa: «Manila, Praga, Tirana, nasci in Angola, muori in Padania».

MANDELA

Sola, sola
Non mi ricordo a che ora
Nella notte buia
Io non ho paura
Anche se la sera
Guardo giù per terra
Perché sai non sembra
Ma qui c’è una guerra

Non è che temo gli indiani oppure i rumeni
Quelli che dormon per strada
Il più delle volte sono i più sereni
A volte li fermano i Carabinieri
Ma se fermano me
Che ho bevuto non proprio del tè
Magari son bionda e parlo anglais
E son cazzi amari, cazzi in divisa
Oh, cazzo che sfiga
Questa è l’Italia che odia l’indiano che mette benzina

Buongiorno, signorina, ma quanto sei bela, miscela?
Lascia mancia, cosa fai stasera?
Ti darei un morso, sembri una mela
Aggiungo cannella, nu poco di zucchero e buto in padela
Piacere Mandela

Manila, Praga, Tirana, prendi la metro, scendi a L’Avana
Sorridi Mandela che questo è il tuo posto
Messina, Guadalajara, dal Vaticano fino ad Ankara
Sorridi Mandela che questo è il tuo posto
Pechino, Lima, Lubjiana, da Gioia Tauro vai in Guatemala
Sorridi Mandela che questo è il tuo posto
Brasilia, Copacabana, ceni a Milano dormi a Tijuana
Sorridi Mandela che questo è il tuo posto

Mi fermo un momento, guardo il cielo sul tempio
E m’immagino un viaggio
Ti vedo contento, sorrido e riparto

Buongiorno, signorina, ma quanto sei bela, miscela?
Lascia mancia, cosa fai stasera?
Ti darei un morso, sembri una mela
Aggiungo cannella, nu poco di zucchero e buto in padela
Piacere Mandela

Manila, Praga, Tirana, prendi la metro scendi a L’Avana
Sorridi Mandela che questo è il tuo posto
Messina, Guadalajara, dal Vaticano fino ad Ankara
Sorridi Mandela che questo è il tuo posto
Pechino, Lima, Lubjiana, da Gioia Tauro vai in Guatemala
Sorridi Mandela che questo è il tuo posto
Brasilia, Copacabana, ceni a Milano dormi a Tijuana
Sorridi Mandela che questo è il tuo posto

Mi fermo un momento, guardo il cielo sul tempio
E m’immagino un viaggio
Ti vedo contento, sorrido e riparto

Si è alzato il vento, me ne vado un po’ a zonzo
È un quartiere del mondo
Sorridi Mandela che questo è il tuo posto

Manila, Praga, Tirana, nasci in Angola, muori in Padania

Puoi ascoltarla e apprezzare il video

 

Il canale Youtube
Link del video qui